Posts

Showing posts from 2024

IL SUONO DELL'ANIMA

Image
 Di Emanuele Bhagadavaita Cinelli Aristide Quintiliano: Essa è utile ai fanciulli per le bontà provenienti dalla melodia, agli adolescenti in quanto trasmette le bellezze della dizione metrica e semplicemente del discorso nel complesso, agli uomini maturi poiché espone la natura dei numeri e la varietà delle proporzioni e svela le armonie nascenti tramite questi in tutti i corpi. Ma cosa importantissima, perfetta e relativa a ciò che per tutti gli uomini è difficile da comprendere, la musica è capace di fornire i rapporti numerici dell’anima, quella individuale e quella dell’universo.   Da questa testimonianza di Aristide (De musica II, 14) apprendiamo come, secondo Damone, il potere della musica fosse esercitato da una sorta di mimetismo: imitando i suoni propri di un’attività umana e dei sentimenti in cui si svolge, ogni armonia provoca nell’anima un movimento corrispondente proprio secondo questo principio di somiglianza, sulla cui base anche Platone fonderà il suo ragionamento rigu

CONTEMPORARY RAGA #08: VARSA

Image
Raga Varsa by Stefano Palleni, Emanuele Cinelli Bhagavaita VARSA è la parola sanscrita che sta per pioggia, questo il titolo che ho scelto per la questa nuova composizione e si articola in due parti. Varsa è il frutto della collaborazione con un altro artista straordinario dal carattere eremitico, il chitarrista e compositore romano Emanuele Cinelli Bhagadavaita, che è anche costruttore di strumenti artigianali di sua invenzione e suona in questa occasione. Dopo una lunghissima gestazione di tre anni quello che ne è scaturito è una mini-suite che tenta di descrivere le sensazioni associate all'arrivo del monsone che nel continente asiatico si ripete da tempo immemore portando con sé fertilità e vita. Quest’ultimo raga presenta nella prima sezione uno studio organizzato attorno al modo ionio, comunemente noto col nome di scala maggiore, Do Re Mi Fa Sol La Si, per intenderci. L'approccio a un materiale così comune ci ha posto di fronte alla sfida di offrirne una versione stimolan

UN APPROCCIO ALL'IMPROVVISAZIONE MODALE - PARTE 2

Image
Uno studio approfondito degli intervalli ha caratterizzato il mio lavoro di questi ultimi anni per scendere in profondità all’interno della molecola musicale. L’intervallo è la particella sonica più piccola composta da due atomi rappresentati dalle due note che lo compongono. L’intervallo e dunque la distanza che intercorre tra queste due note. Lo stesso intervallo si può ritrovare in scale e tonalità diverse. Ad esempio, l’intervallo di terza maggiore Do - Mi è presente sia nel modo Ionio di Do che di Fa, ed ancora nel modo Lidio di Fa, nell’Eolio di La, nel Misolidio di Sol e molti altri ancora. Sebbene questo stesso intervallo sia presente in contesti diversi, quello che cambia è il suo rapporto con la tonica di base del modo, ovvero quella che determina il contesto tonale di riferimento. Quindi avremo due entità tonali distinte e in rapporto tra di loro: da una parte la gerarchia all’interno dell’intervallo, con una sua tonica intrinseca che esercita un effetto gravitazionale sul